Una vacanza al mare per combattere la cellulite

Un inestetismo difficile da eliminare: la cellulite è l'ossessione della maggior parte delle donne. Creme e prodotti cosmetici da soli non bastano. Occorre una vita sana, alimentazione corretta e un molto movimento, e tanta acqua di mare. E allora perchè non iniziare nel modo più piacevole? Una vacanza ad Ischia per una linea da star e tanto benessere

Una vacanza al mare per combattere la cellulite

bibliografia

www.antoninodipietro.it

Le vacanze al mare sono un’occasione d’oro per combattere gli effetti della cellulite. Camminando in acqua, facendo docce fredde e applicando sulla pelle impacchi a base di alghe possiamo infatti vincere questo inestetismo della pelle e tornare a casa con un aspetto decisamente migliore.
Sono parole del Professor Antonino Di Pietro, specialista in dermatologia e presidente dell’ISPLAD, Società Internazionale di Dermatologia Plastica. Per prima cosa dobbiamo sapere qual è il nemico da combattere- spiega il professor Di Pietro - La cellulite, infatti, è fatta di materiale grasso che, immediatamente sotto la pelle, trattiene acqua, come se fosse una spugna.
Per eliminarla, allora, dobbiamo agire in due modi: eliminare l’acqua prigioniera del grasso e cercare di smaltire il tessuto adiposo, in modo da risolvere definitivamente il problema. La prima cosa da fare una volta arrivati al mare è l’esercizio fisico. Il migliore in assoluto, per vincere la cellulite, consiste nel fare passeggiate della durata di una quarantina di minuti in acqua di mare, con il livello dell’acqua che però non deve superare l’ombelico. Con questo esercizio facciamo lavorare al meglio la muscolatura delle gambe, creando i presupposti per bruciare il grasso che si è depositato sotto la pelle. In secondo luogo l’acqua ha un’azione massaggiante che completa e rinforza quella svolta dall’attività fisica, migliorando, nel contempo, anche la circolazione sanguigna.
L’esercizio per essere efficace deve durare almeno quaranta minuti. Questo perché nella prima mezz’ora di camminata il nostro corpo non brucia i grassi che si depositano sotto pelle, ma gli zuccheri presenti nel sangue. Quindi se ci fermiamo prima dei trenta minuti perché magari ci sentiamo un po’ stanchi, non andiamo ad aggredire il tessuto adiposo responsabile della cellulite.
E così facendo andremmo a diminuire l’efficacia dell’esercizio. Nell’acqua di mare bisogna camminare per dieci minuti in avanti e per dieci minuti all’indietro. Altri dieci avanzando su un lato e gli ultimi dieci sull’altro lato. Così faremo lavorare tutta la muscolatura delle gambe. Tra gli altri sport da fare in vacanza che combattono la cellulite funzionano molto bene il nuoto e la bicicletta. Ma anche loro devono essere svolti per almeno mezz’ora di seguito e senza interruzioni.

Venite in vacanza ad Ischia dove ci sono spiagge grandissime per fare jogging con i piedi nudi nella sabbia e trovare tutto il benessere di una forma fisica smagliante.

E per potenziare gli effetti della ginnastica non dimenticate le terme. Sull'isola di Ischia terme antichissime e conosciute in tutto il mondo per le straordinarie proprietà delle acque calde.  

end of float

Terme

end of float
end of float