Mito e leggende a Citara, la più grande spiaggia di Forio

Relax e benessere nella più grande spiaggia di Forio, ma anche un po’ di mito e leggenda: le lacrime di Venere innamorata che alimentano la sorgente termale citarea, e l’ultimo raggio – verde - del tramonto foriano che reca fortuna a chi lo coglie, e per vedere il raggio verde bisogna venire proprio qui, a Citara, dove il sole incendia il mare...

A destra l’alta montagna di Punta Imperatore con il faro bianco, una grande macchia verde di arbusti e piante balsamiche che profumano l’aria, di fronte il mare aperto, dove in lontananza nei giorni limpidi si scorge la sagoma di Ventotene, gli scogli dalle forme bizzarre di animali punteggiano un’acqua cristallina, e una lunga, lunghissima e calda spiaggia dorata.

Questa è Citara!

La sua vastità permette a chi la sceglie di trascorrere la giornata nello spazio preferito: stabilimento privato o spiaggia libera, ma anche di fare lunghe passeggiate in riva al mare, prendere un pattino o una canoa a nolo, e naturalmente nuotare, nuotare, nuotare… Innumerevoli anche i bar- ristoranti dove gustare uno snack o anche un pranzo completo a base di pesce e pasta asciutta.

Qualunque sia il modo in cui trascorrete il tempo sulla spiaggia di Citara lasciatevi liberi i minuti del tramonto: è uno spettacolo assoluto, da non perdere per nessun motivo!

Leggi anche:

  • La spiaggia dei Maronti a Barano: il sole del sud!

    Se avete tanto viaggiato per cercare il sud, il caldo sud, fatto di luce e di piante, di mare e di terra, di distese di sabbia infinite…eccolo è proprio qui, ai Maronti. Sud, sud, squisito, mediterraneo pieno, in questa ..

  • Le mille ed una spiagge isolane

    L’isola d’Ischia offre ai suoi ospiti una vastissima scelta di spiagge e conche dove poter fare il bagno, si va dai lidi con stabilimenti balneari e ristorantini a luoghi ancora selvaggi e poco conosciuti e fequentati...