Isola di Ischia, uno straordinario patrimonio termale

Quasi che fossero scritte nel codice genetico dell’uomo, le acque termali generano vita, salute e benessere. La naturalità forte dell’isola d’Ischia e dei suoi ambienti idrotermali si offre ancora integra a chi vuole trovare l’equilibrio perduto, immergendosi in acque straordinarie e respirando salutari vapori. Siamo in un’isola tra le più belle del mondo, incastonata come uno smeraldo nell’azzurro del Mediterraneo, siamo ad Ischia

Bibliografia: “Ischia, acque termali e territorio” del botanico ischitano Giuseppe Sollino dalla Rassegna di Ischia

Ischia, territorio ricco di attrattive artistiche e ambientali, dove la storia ha scritto pagine importanti, dalla fondazione di Phitecusa, prima colonia ellenica della futura Magna Grecia, al dominio dei Romani con l’antico insediamento di Aenaria, alla corte rinascimentale di Vittoria Colonna sul Castello Aragonese fino all’era termale.

Un’era moderna e antica che affonda le sue radici in un passato ricco di miti storici e di eventi geologici straordinariamente affascinanti, che hanno creato un bacino idroclimatico ambientale dalle incredibili virtù terapeutiche.

L’enorme ricchezza del patrimonio idortermale dell’isola di Ischia

Numerosi gruppi fumarolici, 29 bacini di acque minerali in genere ipertermali, con una capacità radioattiva naturale eccezionalmente positiva a livello biologico e ad elevata mineralizzazione (acque salse, salsoiodiche, bicarbonatosolfate etc.) - consente un’elevata gamma di impieghi terapeutici, in particolare nelle reumoartropatie, nel recupero funzionale degli artrolesi (postumi di fratture, di interventi ortopedici, etc), nelle infiammazioni croniche delle prime vie aeree e dei bronchi, nonché in alcuni settori della ginecologia.

Se a queste cure classiche e mirate ai trattamenti termali si aggiunge un soggiorno distensivo in un ambiente adeguato, si arriverà ad attivare quel recupero psicosomatico di base indispensabile in una società sempre più urbanizzata e globalizzata. Occorre quindi una compartecipazione totale alle risorse climatico-ambientali offerte dal territorio circostante (terre aperte alla natura).

L’isola d’Ischia presenta tutti i requisiti richiesti da un termalismo che pensa alle risorse ambientali.

In tale contesto l’Epomeo con le sue aree limitrofe offre dal punto di vista biomedico importanti varianti al clima marino tipico delle aree costiere dell’isola. Si susseguono così un clima marino-collinare e ancora un clima marino-submontano, spingendosi verso le zone alte dell’area epomeica.

Bisogna inoltre aggiungere gli ambienti microclimatici di tipo tropical-mediterraneo di Citara, S. Angelo, S. Montano, che ospitano importanti parchi termali sul mare, una meraviglia della natura. Tenendo presente la rapidità con cui è possibile passare da un clima all’altro, si possono comprendere tutte le applicazioni terapeutiche derivate, senza contare che si attraversano ambienti di rara suggestione e ricchi di piante aromatiche dal profumo intenso (percorsi aromaterapici).

La funzione climatica della zolla epomeica conferisce al clima dell’isola di Ischia una notevole autonomia rispetto a quello delle prospicienti aree campane. Ischia è davvero la gemma climatica dell’area mediterranea (climatoterapia). Le nuvole provenienti in genere da ovest, vengono attirate e spinte in alto.

L’Epomeo - la montagna più alta dell’isola di Ischia - forma così un baluardo geologico attivo che incrementa le precipitazioni nell’opposto versante a nord-est da Ischia a Casamicciola fino a Lacco Ameno. Questa zona dell’isola di Ischia è così più umida e di conseguenza più ricca di vegetazione rispetto al versante sud-ovest. All’azione termostatica esercitata dal mare che circonda Ischia, oltre 36 chilometri di costa, si associa così la struttura imponente della zolla epomeica, capace di catturare ingenti quantità di nuvole che apportano notevoli precipitazioni (1.040 mm.).

Ne deriva un grado di mitezza del clima marino, nonché un’accentuata diversità ecologica e vegetazionale del territorio. L’Epomeo e le altre zone naturali ad esso collegate sono aree vive nelle loro caratteristiche pedologiche, idrologiche e vegetazionali con una flora ricca e spesso unica nel suo genere. Ci riferiamo al Cyperus polystachius Rottb, il papiro delle fumarole, ma anche a splendide felciWoodwardia, che al di fuori della loro zona di origine, vivono solo nell’isola di Ischia.

I vostri giorni di vacanza ad Ischia saranno per queste sue caratteristiche uniche un’immersione totale nel benessere. Basterà passeggiare alla scoperta di boschi e spiagge dell’isola di Ischia per risentirsi in forma in maniera incredibile.

Leggi anche:

  • Kneipp, la cura con l'acqua

    Sono due piscine sempre vicine, una più grande calda, l’altra piccolina molto fredda. Le troverete in tutti i parchi ed in molti centri termali dell’isola di Ischia. Seguite le istruzioni e immergetevi alternativamente p..

  • Una vacanza al mare per combattere la cellulite

    Le vacanze al mare sono un’occasione d’oro per combattere gli effetti della cellulite. Camminando in acqua, facendo docce fredde e applicando sulla pelle impacchi a base di alghe possiamo infatti vincere questo inestetis..

  • Alle terme di Ischia: benessere dalla testa ai piedi

    La parola d’ordine oggi in fatto di benessere è natura. Per questo le terme sono la prima frontiera per chi vuole prendersi cura di sé, con terapie e trattamenti estetici dal profilo assolutamente naturale. L’acqua calda..

  • Curare la psoriasi alle terme dell’isola di Ischia

    La psoriasi è una di quelle malattie che pur non essendo pericolosa per la salute di chi ne è colpito, ha un forte impatto sulla vita sociale creando in certi casi un vero e proprio handicap per l’impossibilità di condur..

  • Bellezza alle terme: un segreto delle dive

    Qui ad Ischia, dove l’aria già profuma di fiori e i ciliegi sono in fiore, la bellezza si poserà su di voi entrandovi prima dagli occhi, poi nell’anima ed infine rimanendo posata sul vostro corpo, il volto, sulla pelle p..